Quali progetti può realizzare un architetto online?

architetto online

I progetti di un architetto online non comprendono soltanto la costruzione di case oppure di palazzi che ospiteranno un condominio o degli uffici, ma possono arrivare anche a toccare numerosi campi dell’architettura.

In alcuni casi questo professionista, soprattutto se è molto quotato, può essere chiamato anche a progettare chiese, scuole, ospedali, stazioni ferroviarie e anche alberghi di pregio. Ma cosa fa nei fatti un architetto online prima di iniziare con la costruzione di un edificio?

Come lavorano gli architetti on line?

Tutto comincia con il disegno di una planimetria, che può avvenire in modo tradizionale oppure tramite l’uso di software molto professionali, dopodiché, se lo ritiene necessario, l’architetto realizza un modello in plastica o in cartone della casa oppure del palazzo o dell’opera da edificare.

Dalla fase progettuale alla realizzazione dei lavori

La struttura viene poi costruita, mattone su mattone, da una ditta di costruzioni che segue in modo scrupoloso i progetti. L’architetto, anche se può sembrare strano, per tutta la durata del cantiere controlla l’operato dell’impresa di costruzioni per assicurarsi che rispetti quanto indicato nei progetti.

Prima di mettere un progetto su carta o sul computer, di solito l’architetto si prende qualche minuto per pensare alla funzione dell’edificio, alle persone che ci vivranno o che lavoreranno dentro e anche alle attività che si svolgeranno al suo interno.

Arredamenti e illuminazione

L’arredamento e l’illuminazione sono alcuni degli elementi fondamentali di uno spazio. Non vanno mai sottovalutati in fase di progettazione o ristrutturazione di un ambiente, sia esso abitativo o professionale. La luce naturale non sempre filtra in modo ottimale tutto l’anno in case ed uffici ed è per questo che l’illuminazione artificiale ha un ruolo fondamentale nel rendere vivibile uno spazio.

Molto spesso può rivelarsi di grande utilità la consulenza di un professionista in grado di creare un progetto ad hoc in base alle specificità dell’ambiente. Ciò che si deve sempre tenere a mente nella scelta delle fonti luminose è l’obiettivo primario: illuminare per un determinato scopo una stanza. Poi va considerato lo stile dell’ambiente.

L’arredamento per gli interni richiede una progettualità specifica in base alle caratteristiche uniche dell’ambiente. La presenza di finestre, la disposizione degli ambienti, la qualità della luce naturale e altri elementi determinano la tipologia di mobili e dell’illuminazione artificiale necessaria affinché ogni stanza diventi funzionale.

I punti luce devono essere consoni al tipo di attività che si svolge all’interno di quell’ambiente, senza mai dimenticare che oggi la tecnologia led consente effetti e possibilità prima impensabili. Spazi angusti come scale e corridoi possono essere correttamente illuminati con l’installazione di faretti a incasso o applique che consentano buona visibilità di giorno quanto di notte.

Gli ambienti interni di una casa che richiedono maggiore attenzione sono la cucina, il salotto e il bagno, ma anche nelle camere da letto l’illuminazione deve essere progettata a modo. Lo stesso vale per gli ambienti professionali: le stanze adibite ad ufficio richiedono un’ottima luminosità per consentire ai dipendenti di lavorare meglio, così come gli ambienti produttivi di tipo artigianale o industriale che necessitano di specifici strumenti di illuminazione.